Squadra di risposta urgente palestinese inizia missione di soccorso in Siria

Damasco – WAFA. La squadra di intervento e risposta urgenti dello Stato di Palestina ha iniziato venerdì la sua missione di salvataggio nelle aree gravemente colpite dal tragico terremoto nel nord-ovest della Siria, secondo quanto affermato dall’ambasciatore palestinese in Siria, Samir al-Rifai.

Al-Rifai ha dichiarato a WAFA che la squadra di risposta palestinese ha iniziato la sua missione di salvataggio in collaborazione con la protezione civile siriana e le squadre di soccorso a partire dalla cittadina costiera di Jableh, governatorato di Latakia, e che la missione è ora focalizzata sulle operazioni di ricerca e soccorso.

La squadra di intervento e risposta urgente della Palestina ha lasciato Ramallah giovedì verso la Turchia e la Siria, su ordine del presidente Mahmoud Abbas, al fine di sostenere i soccorsi locali ed internazionali dopo il devastante terremoto, che finora ha causato la morte di almeno 26 mila persone, la maggior parte delle quali in Turchia.

Sotto la supervisione dell’Agenzia Palestinese per la Cooperazione Internazionale (PICA), il team è composto dalla Protezione Civile Palestinese, dal ministero della Salute, dalla Mezzaluna Rossa Palestinese e dalla Società di Radiodiffusione Palestinese.

Il ministro degli Affari esteri e degli espatriati Riyad al-Maliki ha dichiarato giovedì che lo Stato di Palestina è pronto in tutti i modi possibili a dare una mano alla Siria e alla Turchia in questa calamità.

Ha aggiunto che al loro arrivo nelle aree colpite dal terremoto, la squadra di risposta urgente palestinese coopererà con altre squadre internazionali che lavorano negli ospedali da campo e parteciperà anche alle operazioni di salvataggio ed evacuazione, in coordinamento con le autorità competenti dei due Paesi.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.