Squadroni della morte palestinesi uccidono donna incinta e feriscono leader delle Brigate Al-Qassam.

Domenica sera, squadroni della morte palestinesi (probabilmente delle forze di sicurezza preventiva) hanno ucciso una donna incinta di sei mesi e un attivista di Hamas, hanno ferito 4 altri, compreso un passante.

Testimoni locali hanno affermato gli squadroni hanno aperto il fuoco contro una macchina appartenente al comandante delle Brigate Qassam, Yasser Al-Ghalban, 24 anni, mentre attraversava davanti al loro centro, nell’area di Kizan, a Khan Younis.

Nell’attacco sono rimasti uccisi la guardia del corpo di Ghlaban, Ateyya Al-Ghlaban, 20 anni, e sua cognata Reem, 28 anni, e gravemente ferito il comandante delle Brigate Al-Qassam, sua zia, suo nipote Mahmoud, e la figlia di 3 anni, Tasneem.

In un comunicato emesso dopo l’imboscata, le Brigate hanno giurato di prendere gli assassini e di portarli davanti alla giustizia.

Il parlamentare Yahya Mousa ha accusato gli squadroni della morte, sottolineando che queste bande armate stanno terrorizzando la popolazione e minacciando la sicurezza. E ha promesso di portare il caso in Parlamento.

Membri dello stesso "apparato" nel campo profughi di Shatie, vicino a Gaza City, hanno aperto il fuoco contro militari delle forze di sostegno del ministero degli Interni. Negli scontri sono morti due squadristi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.