Striscia di Gaza: ancora incursioni per sottrarre le terre palestinesi

Gaza – Infopal. Mezzi militari israeliani sono penetrati stamattina a est di Khan Yunis, nel sud della Striscia di Gaza, per scavare e livellare terreni agricoli palestinesi.

Secondo un testimone oculare, una decina di mezzi militari israeliani e tre ruspe corazzate sono arrivati nell'area di al-Farrahin, 500 metri a est della cittadina di Abasan, e hanno cominciato a devastare i campi dei civili coprendo le operazioni con scariche di proiettili a intermittenza.

La fonte ha precisato che il tutto è avvenuto mentre la zona veniva sorvolata da aerei da ricognizione. Non sono stati riportati feriti tra i civili.

Un'incursione simile è stata condotta nell'area di al-Qarara, a soli 400 metri dalla cittadina, come hanno riportato altri testimoni oculari.

L'esercito israeliano insiste nell'effettuare incursioni nelle zone di confine della Striscia di Gaza per estendere da 300 metri a un chilometro l'area della “cintura di sicurezza”, che ha lo scopo d'isolare la regione sui lati est e nord.

E proprio a nord della Striscia le forze di sicurezza palestinesi hanno riportato ieri notte lo scoppio di una granata israeliana, caduta nell'area di Dughit, nei pressi di Bayt Lahia. Anche qui non si hanno notizie di feriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.