Striscia di Gaza, catena di bombardamenti israeliani. Diversi i feriti

Gaza – InfoPal. All'alba di oggi, una serie di bombardamenti aerei israeliani hanno colpito la Striscia di Gaza.

Missili israeliani hanno attaccato una postazione della resistenza “Abu Jarad”, a sud di Gaza City.

In un secondo raid dell'aviazione israeliana, due combattenti palestinesi sono rimasti feriti; uno è in gravi condizioni. Un altro raid ha devastato dei campi palestinesi ad ovest di Khan Younes (Striscia di Gaza sud). Non si riportano feriti.

Ieri sera, 23 febbraio, è deceduto un combattente palestinese in seguito alle gravi ferite riportate nel bombardamento dell'artiglieria israeliana contro Gaza City, in tarda mattinata, quando 11 cittadini palestinesi erano rimasti feriti in modo grave, tra cui tre bambini.

Fonti mediche locali hanno riferito che la vittima, di 25 anni, è 'Adel Mohammed Jundiyah. Le brigate “al-Quds”, braccio armato del Jihad islamico, hanno specificato che si tratta di un proprio combattente. 

Altri episodi di conflitto si sono registrati in tarda serata: la resistenza palestinese ha lanciato due missili di tipo “Grad” contro obiettivi israeliani a Bi'r is-Saba' (Beersheva) e Netivot, in Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr). Non si riportano vittime o danni a proprietà. La radio israeliana ha confermato l'operazione della resistenza palestinese aggiungendo che un'abitazione è stata danneggiata dal missile. Poco prima dell'esplosione, i residenti israeliani erano riusciti a mettersi al riparo negli apposti rifugi, allertati dal suono delle sirene. 

Un secondo razzo ha raggiunto Netivot, nel Negev occidentale, ma non si riportano danni. La stessa fonte ha fatto sapere che la sicurezza israeliana sta perlustrando l'intera area per rinvenire altri resti del missile. Beersheva dista 50 km dalla Striscia di Gaza e l'operazione di ieri è stata la prima sin dalla fine della guerra israeliana contro la Striscia di Gaza, due anni fa. 

A questo si aggiunge la rivendicazione delle brigate “Abu 'Ali Moustafa”, braccio armato del Fronte popolare di liberazione della Palestina (Fplp), del lancio di alcuni colpi di mortaio contro una postazione militare israeliana a Nahal Oz e ancora in direzione di un'altra base, ad est Gaza. 

Intorno alla mezzanotte, l'aviazione israeliana è tornata a sorvolare i cieli di Gaza: un missile è stato sganciato contro un'automobile che viaggiava nel quartiere di az-Zaytoun, a sud-est di Gaza City. Il veicolo è stato totalmente distrutto, mentre i due palestinesi all'interno sono stati feriti, rispettivamente in maniera lieve e moderata. 

Dopo l'attacco notturno, aerei da guerra hanno continuato a sorvolare per ore il territorio palestinese assediato. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.