Striscia di Gaza, la European Campaign to end the siege on Gaza, invierà convoglio internazionale di aiuti umanitari

Milano – Infopal. La European Campaign to end the siege on Gaza (http://www.savegaza.eu/) invierà nelle prossime settimane un convoglio internazionale di aiuti umanitari nella Striscia di Gaza assediata. Tutte le delegazioni, provenienti dalle varie capitali europee, si ritroveranno a Milano, il 2 maggio, in occasione del VII Congresso internazionale sul Diritto al Ritorno (VII Conferenza internazionale sul Diritto al Ritorno), da dove, il giorno successivo, partiranno per l'Egitto e poi per il valico di Rafah.

Lo ha annunciato questa mattina a Infopal il vice-presidente della Campagna, l'arch. Mohammad Hannoun.

Alla carovana, che partirà a breve, via terra, dalla Gran Bretagna, si uniranno altri convogli e delegazioni internazionali. Hanno infatti aderito all'iniziativa Austria, Belgio, Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Italia, Norvegia, Olanda e Svizzera.

I convogli con gli aiuti, ha spiegato il vice-presidente della European Campaign, salperanno via nave da Genova e attraccheranno al porto di Alessandria, e da lì, via terra, giungeranno a Rafah, mentre le delegazioni parlamentari dei vari stati europei decolleranno da Milano, dirette al Cairo e poi, anche loro, via terra, si recheranno al valico egiziano-palestinese. L'arrivo, per convogli e delegazioni, è previsto verso il 7 maggio.

“Il primo obiettivo – ha sottolineato Hannoun – è quello di portare aiuti umanitari alla Striscia assediata. La popolazione ha bisogno di tutto. Il ministero della Sanità di Gaza ci ha fornito un elenco di generi alimentari e sanitari di prima necessità”.

La Campagna Europea si compone di circa quaranta associazioni europee di solidarietà con la Palestina e contro l'embargo di Gaza (www.savegaza.eu/index.php/About-Gaza/NGOs.html).


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.