Striscia di Gaza, la Marina israeliana bombarda i pescherecci.


Gaza – Infopal. Ieri, la Marina israeliana ha bombardato le imbarcazioni da pesca palestinesi, ormeggiate vicino alla spiaggia di as-Sudaniya, nel nord di Gaza City. Non ci sono stati feriti.

In violazione del diritto marittimo internazionale, Israele non permette ai pescatori gazawi di oltrepassare con i loro barconi le tre miglia dalla costa. La Marina bombarda quasi quotidianamente le imbarcazioni, ferendo, uccidendo e sequestrando (a scopo di ricatto, per costringerli a diventare collaborazionisti) i pescatori.

Gli accordi siglati con l'Anp prevedono le 20 miglia (37 km). Una distanza ancora maggiore è concessa dal diritto marittimo internazionale.

Va ricordato che la pesca è l'attività primaria di molte famiglie palestinesi nella Striscia di Gaza assediata da oltre tre anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.