Striscia di Gaza: la Marina israeliana sequestra 4 pescatori palestinesi

Gaza – InfoPal. Il ministro delle Politiche agricole della Striscia di Gaza ha comunicato l'avvenuto sequestro di quattro pescatori palestinesi.

L'episodio è avvenuto in mare, ieri sera, all'altezza di Khan Younes, a sud del territorio assediato.

La Marina israeliana ha abbordato la piccola imbarcazione sulla quale i palestinesi stavano pescando, conducendoli in una destinazione sconosciuta.

Le vittime sono tre fratelli della famiglia Abu al-Khair ('Ahed, Nidal e Ahmed Sa'id Mohammed) e Munir Sa'id al-'Amoudi.

Nel confermarne l'identità, il ministro ha ricordato l'escalation degli attacchi ai danni dei pescatori di Gaza, perseguitati in mare e già penalizzati da rigidi limiti di pesca (non oltre quattro km dalla costa), imposti da Israele.

Le realtà competenti, le organizzazioni per i diritti umani e la Croce rossa internazionale (Icrc) sono stati invitati ad intervenire a protezione della categoria, e a fare pressioni perché Israele ripristini la distanza in mare adeguata all'attività ittica, tra le attività maggiormente a rischio nella Striscia di Gaza.

Nel territorio palestinese assediato, sono 3.500 coloro che svolgono questo mestiere con circa 700 pescherecci, mentre sono 70 mila i cittadini che ne traggono sostentamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.