Striscia di Gaza, l’Alto commissario Onu per i diritti umani chiede la fine dell’assedio.

Ginevra. Anche Navanethem (Navi) Pillay, Alto commissario delle Nazioni Unite per i Diritti Umani, ha chiesto la fine dell’assedio israeliano sulla Striscia di Gaza e delle restrizioni alle libertà civili e all’import-export della regione.

Pillay, parlando lunedì di fronte all’assemblea dell’Onu per i diritti umani a Ginevra, ha affermato che le limitazioni imposte da Israele vanno abolite, in quanto violano i diritti economici, sociali, politici e civili degli abitanti di Gaza.

Il commissario delle Nazioni Unite ha anche sostenuto la causa dell’inchiesta indipendente che viene condotta già da tempo sullo stesso genere di violazioni commesse su larga scala durante la guerra contro Gaza, aggiungendo però che tutte le parti coinvolte dovrebbero collaborare con la squadra investigativa, guidata dal giudice Richard Goldstone.

A proposito degli ostacoli opposti ai traffici commerciali della Striscia, un rapporto pubblicato ieri da Paltrade (il centro per lo sviluppo economico della Palestina, ndr) ha inoltre rivelato che le autorità d’occupazione israeliane, negli ultimi due anni, hanno ridotto le importazioni di Gaza dell’80% rispetto agli anni precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.