Striscia di Gaza: operaio muore nel crollo di un tunnel. Un altro ferito

Gaza – Ma'an, InfoPal. Ha perso la vita questa mattina Bilal Shaat, 24enne di Khan Younes, mentre lavorava all'interno di uno dei “tunnel della sopravvivenza” nei pressi del quartiere as-Salam, a Rafah (Gaza Sud). Il tunnel è crollato di colpo sugli operai.

Un altro operaio palestinese è rimasto ferito ed è stato condotto d'urgenza all'ospedale Abu Yousef an-Najjar (Rafah).

Sin dal 2007, dall'imposizione di un assedio ad oltranza sulla Striscia di Gaza da parte israeliana, con la complicità della comunità internazionale, beni di prima necessità e di consumo vengono introdotti a Gaza proprio attraverso questi tunnel disposti lungo il confine con l'Egitto e, per i palestinesi di Gaza, i tunnel sono l'unico canale di collegamento con il mondo esterno.

Oltre ai numerosi pareri, anche un recente studio firmato Onu sullo stato dell'economia a Gaza aveva dimostrato, nel 2011, che il tasso di disoccupazione qui è tra i più alti al mondo.

Dati ufficiali rivelano oggi che più di 160 palestinesi hanno perso la vita come è accaduto oggi a Bilal e che, nonostante il rischio dimostrato da queste cifre, in molti da Gaza sono costretti a riversarsi su questo lavoro, in mancanza di alternative d'impiego.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.