Sud-Hebron, provocazioni e attacchi di coloni israeliani ostacolano azione nonviolenta palestinese

Riceviamo da “Operazione Colomba” e pubblichiamo.

Comunicato stampa: “Provocazioni e attacchi di coloni israeliani ostacolano azione nonviolenta

palestinese nelle South Hebron Hills: due palestinesi vengono arrestati”

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell'Aja, la

Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli

insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali.

Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

 

19 Marzo 2011

 

At-Tuwani – Sabato mattina, intorno alle ore 9:00, durante un'azione

pacifica gli abitanti di At-Tuwani, accompagnati da diversi internazionali,

hanno piantato degli ulivi nella valle di Humra, di proprietà palestinese.

Durante l'azione alcuni pastori del villaggio ne hanno approfittato per

pascolare le loro greggi nell'area.

 

Fin da subito diverse jeep dell'esercito israeliano hanno raggiunto l'area

per monitorare la situazione. Poco dopo anche i coloni dell'avamposto di

Havat Ma'on, alcuni dei quali mascherati, hanno cominciato ad avvicinarsi e

a provocare i palestinesi, camminando fra le loro greggi e vicino alle donne

che raccoglievano le erbe nei campi. Intorno alle 10:30, tre giovani coloni

hanno anche inseguito, senza conseguenze se non lo spavento, un uomo

palestinese che stava tornando a casa con il suo asino, passando sulla

collina di Meshaha. Nonostante le provocazioni e la tensione, causata dalla

presenza di una ventina di coloni, l'azione si è comunque svolta con

successo.

 

I soldati hanno cercato di mantenere a distanza i coloni, chiedendo più

volte a questi ultimi di tornare nell'avamposto. Intorno alle 10:50 un

ufficiale della Border Police ha consegnato un ordine di evacuazione

dell'area perché dichiarata “zona militare chiusa”. I palestinesi, dopo un

po' di discussioni, si sono avviati verso At-Tuwani, mentre i coloni, dopo

essere rientrati nell'avamposto, si sono divisi. Alcuni di loro hanno

attaccato le greggi e i palestinesi che stavano rientrando al villaggio,

mentre altri, mascherati e accompagnati dai cani, si sono diretti verso

At-Tuwani, minacciando la casa più esposta.

 

La situazione si è di nuovo scaldata e alcuni palestinesi per difendersi

hanno risposto alle aggressioni dei coloni. I soldati sono intervenuti

cercando di forzare i palestinesi a rientrare al villaggio. Durante i

disordini, nel corso dei quali i soldati hanno anche lanciato due bombe

sonore, due giovani palestinesi sono stati arrestati e un terzo, dopo essere

stato immobilizzato a terra con la forza da diversi soldati, si è sentito

male ed è stato portato con l'ambulanza all'ospedale di Yatta. Gli altri

abitanti di At-Tuwani e tutti gli internazionali sono stati costretti dai

soldati a tornare al villaggio.

 

 

Operazione Colomba e Christian Peacemaker Teams mantengono una presenza

costante nel villaggio di At-Tuwani e nell'area delle colline a sud di

Hebron dal 2004.

 

Foto dell'incidente: http://snipurl.com/27nyqe

 

Per informazioni:

Operazione Colomba, +972 54 99 25 773

Christian Peacemaker Team, +972 54 25 31 323

— 

Operation Dove – Nonviolent Peace Corps

Palestine/Israel

Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII

 

Email: tuwani@operationdove.org

Web: www.operationdove.org

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.