Susan Abulhawa e il Segno di David.

Riceviamo e pubblichiamo. 
 

sabato 25 novembre ore 17,00

Siena

Auditorium dell’Università per Stranieri di Siena

Via dei Pispini 1

Susan Abulhawa

ed il suo

Nel segno di David

edizioni Sperling & Kupfer

 

 

“In un tempo lontano, prima che la storia si trascinasse oltre le colline mandando in frantumi presente e futuro, prima che il vento afferrasse la terra per un angolino e ne scrollasse via l’immemorabile sudiciume arabo, prima che Amal nascesse, un piccolo villaggio a est di Haifa campava modestamente di fichi e olive, frontiere aperte e luce del sole….”

 

Suo padre glielo ripeteva sempre, che l’avevano chiamata Amal, con la a lunga, perché così acquistava il significato al plurale: voleva dire “speranze”, tutte le speranze che erano necessarie ai palestinesi per continuare a voler vivere.
Si chiama Amal la protagonista che – ad un certo punto – diventa la voce narrante del romanzo Nel segno di David della scrittrice palestinese Susan Abulhawa.

 

per informazioni: hawiyya@libero.it 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.