Svezia: nessun provvedimento contro gli autori dell’articolo sul traffico israeliano di organi

Agenzie. L’agenzia stampa svedese ha riferito sabato che Aftonbladet, il giornale che pubblicò un articolo sul coinvolgimento delle forze d’occupazione israeliane nel traffico di organi dei palestinesi uccisi, non subirà alcuna inchiesta o accusa da parte del tribunale.

I sionisti avevano chiesto al Cancelliere di giustizia svedese di verificare se il detto articolo incitava all’odio razziale e violava le leggi della libertà di espressione, ma l’autorità giudiziaria ha deciso di non aprire alcuna indagine, motivando la propria scelta con la salvaguardia della stessa libertà di espressione esistente in Svezia.

Il report in questione risale allo scorso mese di agosto, e accusava i militari israeliani di essere implicati nel commercio illegale di organi umani rubati ai palestinesi uccisi durante gli scontri armati e portati negli ospedali israeliani per l’autopsia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.