Tel Aviv chiede all’Austria di fare pressioni su Hamas

an-Nasira (Nazareth) – Infopal. In questi giorni, il presidente dello Stato ebraico Shimon Peres è seriamente impegnato in una serie di incontri 'diplomatici' per screditare il movimento internazionale di solidarietà con i diritti del popolo palestinese e, soprattutto, di condanna verso Israele.

Tra i vari tentativi, oggi, 24 giugno, Peres si è rivolto al cancelliere austriaco, Werner Faymann alla ricerca di un consenso sulla 'demonizzazione' del movimento politico di resistenza islamica rappresentato dal governo di Hamas.

“Bisogna revocare il sostegno internazionale ai convogli umanitari verso la Striscia di Gaza perché sono provocazioni pericolose da parte iraniana, Hizbullah ed Hamas”.

Nonostante le potenzialità della lobby sionista in Austria, il Cancelliere ha invece risposto al presidente israeliano con la necessità di abolire l'assedio su Gaza e, soprattutto, specificando che l'embargo imposto alla popolazione di Gaza non è collegabile alle questioni della 'sicurezza di Israele'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.