Tel Aviv contro Mosca: invariata la nostra politica verso l’Iran

Nasera – Infopal. Tel Aviv ha ufficialmente smentito le dichiarazioni fatte dal presidente russo Dmitry Medvedev, secondo cui il presidente israeliano Shimon Peres lo avrebbe informato che lo stato israeliano non attaccherà militarmente l'Iran.

Il vice ministro degli Esteri israeliano Danny Ayalon, in una dichiarazione alla radio ebraica, ha replicato che “non c’è nessun cambiamento nella politica d’Israele verso l'Iran, e tutte le scelte nei confronti del nucleare iraniano sono ancora da prendere in considerazione”.

Ayalon, commentando le dichiarazioni del presidente russo, ha quindi aggiunto che “Israele rispetta e apprezza il presidente russo, ma non lo autorizza a parlare a suo nome”,
e che Medvedev “probabilmente ha frainteso le parole di Peres, o forse c'è stato un errore nella traduzione”.

Il presidente russo, affermando testualmente che “Israele non attaccherà l'Iran”, si sarebbe basato su una precedente promessa fatta – secondo Medvedev – dal suo omologo israeliano nel corso di una riunione tenutasi un mese fa a Sochi, sul Mar Nero.

In un'intervista con la CNN News, Medvedev aveva anche chiarito che l'attacco israeliano “sarebbe la cosa peggiore da immaginare, perché porterebbe a una catastrofe umanitaria e produrrebbe un gran numero di profughi, e l'Iran desidererebbe vendicarsi non solo con Israele ma anche con altri paesi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.