Tel Aviv minaccia di bombardare le infrastrutture e le istituzioni del governo libanese in caso di guerra.



Nasera – Infopal.  Il ministro della difesa Ehud Barak ha minacciato di bombardare le infrastrutture e le istituzioni del governo libanese, in caso di escalation al confine israelo-libanese, sottolineando che “qualsiasi futura guerra contro il Libano sarà diversa dalla precedente” (quella dell'estate del 2006, ndr).

In un'intervista alla radio ebraica, mandata in onda questa mattina, Barak ha dunque minacciato: “Nel caso di deterioramento delle condizioni di sicurezza, non si ripeterà ciò che  accadde durante la seconda guerra in Libano, quando Israele si astenne dal bombardare le infrastrutture e le istituzioni del governo libanese su sollecitazione statunitense”.

Barak ha confermato che “Israele userà tutta la forza, se è necessario”, sottolineando che “Hezbollah continua a crescere, e che “Israele studierà le opportune misure per contrastare l'eventuale introduzione di armamenti in Libano. Una situazione che potrebbe pregiudicare l'equilibrio esistente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.