Tel Aviv sollecita Washington ad adottare contro Tehran un embargo in stile cubano.


Press-tv. Mentre il Segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, è in viaggio in America Latina per reclutare sostenitori alle nuove sanzioni internazionali verso l'Iran e il programma nucleare, Tel Aviv sollecita Washington ad adottare contro Tehran un embargo in stile cubano.

Israele e gli Usa accusano l'Iran di ambire agli armamenti nucleari, così Tel Aviv minaccia di attaccare le installazioni nucleari iraniane e Washington fa sapere di tenere aperte “tutte le opzioni”, comprese le sanzioni economiche e le misure militari.

L'Iran, tuttavia, afferma che il suo programma, che è ampiamente monitorato dalla Aiea (International Atomic Energy Agency – IAEA), è diretto alle applicazioni civili della tecnologia nucleare.

Il Paese ha chiesto a tutte le potenze nucleari di abbandonare gli armamenti atomici e di eliminare tutti gli arsenali.

Clinton è attualmente impegnata in un tour di cinque giorni in America Latina per raccogliere sostegno alle sanzioni contro l'Iran.

Ora si trova in Brasile, Stato membro non permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, per ottenere il sostegno a tali sanzioni. Il Brasile, però, ha più volte ribadito che l'Iran ha il diritto di arricchire l'uranio per scopi pacifici.

Sebbene l'Aiea continui a constatare la “non diversione” del materiale nucleare iraniano, il Consiglio di Sicurezza ha già imposto tre fasi di sanzioni al Paese.

Nonostante l'intensificarsi degli sforzi statunitensi rivolti all'imposizione di nuove sanzioni, la Cina sembra rifiutare tali misure. Pechino sostiene che siano necessari altri negoziati.

Ieri, nel frattempo, Israele ha dichiarato che gli Usa dovrebbero imporre sanzioni unilaterali all'Iran, in modo da isolarlo come avvenne per Cuba, 50 anni fa – così riferisce la Reuters.

(…)

….

Nel mentre, la visita in Brasile del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in programma dal 6 al 9 marzo prossimi, sarebbe stata annullata. E' quanto riporta la Adnkronos.

Un'altra pronta risposta dell'Italia ai padroni Usa-Israel?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.