Tensioni e sparatorie nella Striscia di Gaza tra membri di opposti schieramenti palestinesi. Un tentativo di sequestro sventato, un morto e alcuni feriti.

Dal nostro corrispondente.

Ieri  mattina,  seguito delle ferite subite, è morto il giovane Mohammad Abu Tamiah.   

Abu Tamiah era stato colpito durante una sparatoria a seguito di un tentativo di sequestro di un membro delle Brigate Al-Qassam (movimento di Hamas), a est della città di Khan Younes, nella Striscia di Gaza.

 

Il sequestro è stato sventato da un gruppo delle stesse Brigate; nella sparatoria sono rimasti feriti i due rapitori: il sopracitato Mohammad Abu Tamiah, deceduto dopo il suo arrivo nell’ospedale Ash-Shifa’ a seguito delle lesioni riportate alla testa, e Mahmoud Abu Salah, componente degli organi di sicurezza.

 

Testimoni oculari hanno raccontato che un gruppo armato, che viaggiava su una Honda rossa, ha tentato di sequestrare un membro del movimento di Hamas. Il  giovane ha resistito ai sequestratori e ha chiesto aiuto a un gruppo delle Brigate Al-Qassam, che lo hanno liberato. Sul posto ne è nato un conflitto a fuoco durante il quale sono stati feriti due degli aggressori: si tratta di membri di una formazione delle Brigate Al-Aqsa.

 

Dal canto loro, le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa hanno fatto sapere che i due sono vittime di un attacco da parte di uomini armati durante il loro passaggio nella zona di Abu Tamiah a Absan.

 

Una fonte vicina all’Unità di Appoggio creata dal ministero degli Interni ha smentito le notizie circolate su alcuni mezzi di informazione, secondo cui a sparare contro i sequestratori sarebbe stata proprio l’Unità. 

 

La fonte, che ha chiesto l’anomimato, ha dichiarato: “Tutti sanno che l’Unità di Appoggio non è presente nella zona est della città di Khan Younes (dove è avvenuta la sparatoria, ndr) a causa del clima di quell’area e per evitare qualsiasi attrito, specialmente dopo gli ultimi incidenti tra i membri dei movimenti di Hamas e Fatah”.

 

In reazione di questo episodio, un membro degli organi di sicurezza ha inseguito un attivista del movimento di Hamas a Bani Salila, sparandogli contro. Nell’inseguimento sono rimasti feriti due passanti, e subito dopo ne è nato un tafferuglio con gli abitanti del quartiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.