Territori occupati: meno olive di prima.

Cisgiordania. Un rapporto dell'Ufficio centrale di statistica palestinese ha rivelato un netto calo dell'attività di spremitura delle olive nei Territori occupati palestinesi, confrontando l'anno 2009 ai precedenti.

 

Quasi 19.860 tonnellate di olive sono state infatti spremute l'anno scorso, ricavandone 4.771 tonnellate di olio d'oliva – un peggioramento rispetto al 2008, che vide l'estrazione di 17.584 tonnellate di olio da un totale di 76.388 di olive. I dati rivelano così un raccolto decisamente povero nell'anno 2009.

La maggior quantità di olio estratta l'anno passato è rappresentata dalle 1.585 tonnellate ottenute dalle 6.304 di olive spremute nelle province di Jenin e Tubas, mentre la quantità inferiore è stata registrata a Gerusalemme, rispettivamente 103 e 389 tonnellate.

L'Ufficio ha però notato che i risultati dell'indagine mostrano un aumento del rapporto di estrazione, che l'anno scorso ha raggiunto il 24,0% rispetto al 23% del 2008. Il livello più alto è stato raggiunto nella provincia di Qalqiliya (26,9%), mentre il più basso si è avuto a Gaza e a Deir al-Balah (16,6%).

 

I dati evidenziano anche un calo della resa del settore, che ha raggiunto i 3 milioni di dollari Usa [2,23 milioni di euro, n. d. T.] nel 2009, in confronto ai 7,8 milioni [5,8 milioni di euro, n. d. T.] del 2008. D'altra parte, il valore aggiunto dell'anno scorso ammontava a 1,8 milioni di dollari Usa [1,34 milioni di euro, n. d. T.]

Sempre nel 2009, il totale di presse nei Territori occupati raggiungeva il numero di 280, di cui 235 in funzione e 45 temporaneamente chiuse. Per quanto riguarda il livello di automazione, scrive l'Ufficio, 209 delle presse attive erano interamente automatiche e 26 semi-automatiche.

 

I dati indicano inoltre che le presse funzionanti erano concentrate nel nord della Cisgiordania, in particolare nelle province di Jenin, Tubas e Nablus.


Dal lato dell'occupazione, il report dell'Ufficio segnala per il 2009 892 lavoratori nel settore della spremitura, di cui 490 operai salariati. Nel 2008, le due cifre erano rispettivamente 1.375 e 1.028. Il totale degli stipendi pagati ha inciso l'anno scorso per un totale di 33.600 dollari Usa [circa 25.000 €, ndt], rispetto agli 89.910 [quasi 70.000 €, ndt] di due anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.