Tomba di Giuseppe (Nablus): ennesima visita provocatoria dei coloni israeliani scortati dai soldati dell’occupazione

Nablus – Pal-Info. Il 13 giugno, centinaia i coloni israeliani, scortati da trenta veicoli delle forze d’occupazione israeliane hanno compiuto l’ennesimo gesto provocatorio.

Circa 300 coloni si sono presentati con i militari dello stato di Israele alla Tomba Giuseppe, vicino il campo profughi di Balata (Nablus) per eseguire rituali talmudici.

Inevitabilmente, poche ore prima dell’alba sono esplosi scontri con ragazzi palestinesi della zona.

È importante ricordare che, subito dopo lo scoppio dell’Intifada di Al-Asqa (2000), un episodio analogo aveva portato all’uccisione di quattro soldati israeliani da parte della resistenza palestinese.

Da allora, l’Autorità nazionale palestinese (Anp) raggiunse un accordo con il governo israeliano per la protezione e la sicurezza dei coloni che si recano in visita alla tomba.

In quell’occasione, le milizie di ‘Abbas avevano ottenuto la responsabilità per il coordinamento di queste visite e, in caso di tensioni con i residenti palestinesi, avevano avuto l’ordine di agevolare l’evacuazione dei coloni israeliani.

Quell’accordo viene ancora osservato dalle parti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.