Torino, giovedì 27, protesta della Comunità araba di fronte alla Rai.

 

 

La Comunità araba della Provincia di Torino

 

 

Si unisce alle sofferenze dei due popoli del Libano e della Palestina, esprime Loro solidarietà  e sollecita il Governo italiano, i politici, i sindacati, i movimenti pacifisti, le organizzazioni umanitarie ed i Media per un loro vivace ed immediato intervento per: 

·        difendere e salvare tutti i civili,  per evitare il ripetersi di azioni di sterminio contro alcune famiglie uccise dal devastante materiale bellico in uso da parte dell’esercito israeliano;

·        condannare l’aggressione israeliana ingiusta e disumana;

·        esercitare maggiore pressioni sul governo israeliano per cessare immediatamente le ostilità;

·        fare rispettare tutte le risoluzioni dell’ONU dall’inizio del conflitto fino a data odierna, a tutti i paesi coinvolti senza nessuna eccezione.

 

Esprime

il suo sdegno per la parzialità e la leggerezza con cui la Stampa italiana sta trattando i diversi temi legati al conflitto.

 

chiede

·        una maggiore imparzialità e professionalità  come da etica universale;

·        di non contribuire a confondere terrorismo con resistenza o diritto alla liberazione dall’occupante come da trattati dall’ONU in merito;

·        di non usare il concetto dei "due pesi e due misure" mettendo su diversi piani gli innocenti degli uni contro quelli degli altri;

·        di non aiutare ad insabbiare la verità confondendo la vittima per il colpevole e viceversa;

·        di non sensibilizzare a sufficienza l’opinione pubblica per manifestare pacificamente il suo dissenso all’aggressione in atto.

 

 

Teme

a sottolineare che con questa aggressione si colpiscono tutti i tentativi per consolidare le fragili democrazie dei due paesi; e si fanno crescere l’odio e la violenza che nuocciono a tutti gli sforzi atti a stabilire una pace giusta e durevole.

 

Invita

tutti i cittadini di buona volontà e coscienza  a manifestare ed a lavorare per un immediato cessate il fuoco per impedire il brutale massacro dei bambini e della popolazione civile e per contribuire all’apertura del corridoio umanitario con aiuti e quant’altro necessario a ridurre le sofferenze dei deboli e dei bisognosi.

 

Sit-In di solidarietà con i popoli del Libano e della Palestina

In via Verdi davanti alla sede RAI di Torino

                                               Giovedì 27 Luglio alle ore 18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.