Tre palestinesi uccisi e molti altri feriti in due attacchi aerei israeliani.

Questa mattina, tre palestinesi sono stati uccisi e molti altri feriti in due attacchi aerei israeliani al nord della Striscia di Gaza. Un bombardamento ha colpito il campo profughi di Jabaliya e l’altro la città di Beit Lahiya.

Fonti israeliani hanno riferito che le lezioni nelle scuole della città israeliana di Sderot sono state sospese dopo che un missile artigianale palestinese era caduto vicino a una di esse. Un israeliano è stato ferito gravemente.

I residenti di Sderot stanno organizzando una protesta contro il minitstro della Difesa israeliano, Amir Peretz, per la sua incapacità a prevenire gli attacchi missilistici palestinesi.

I gruppi della resistenza palestinese della Striscia di Gaza hanno continuato a lanciare razzi artigianali contro città e villaggi israeliani. Almeno 13 sono caduti, nella giornata di oggi, sulle aree israeliane, come rappresaglia del massacro nella spiaggia di Gaza.

Oggi, le Brigate Izzedine Al-Qassam hanno dichiarato di aver sparato due missili contro le città di Sderot e Baeri. E hanno aggiunto di averne lanciato altri cinque questa mattina presto, e che intendono trasformare Sderot in una "città di fantasmi".

Dal canto loro, le Brigate Al-Quds hanno comunicato di aver lanciato un missile contro Ashkelon.

Le Brigate Al-Fahd Al-Aswad, un’ala militare di Fatah, hanno annunciato di aver sparato quattro missili contro il valico militare di Kissufim.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.