Tregua, la Corte israeliana chiede la sospensione dell’apertura dei valichi. Hamas avverte Israele: ci riterremo sollevati dai nostri impegni.

Gaza – Infopal. La risposta di Hamas alle richieste del padre del soldato Gilad Shalit, sequestrato due anni fa dalla resistenza palestinese, non si sono fatte attendere: questa mattina, il movimento di resistenza islamica ha messo in guardia Israele dal cercare di "sfruttare" un appello della famiglia Shalit alla Corte suprema israeliana affinché sospenda le condizioni poste dalla tregua in corso.

Fawzi Barhoum, portavoce di Hamas nella Striscia di Gaza, ha dichiarato che se Israele "sfrutta gli ordini della Corte" –  che ieri ha chiesto la sospensione temporanea di ogni cambiamento della situazione ai valichi tra la Striscia di Gaza e Israele – "noi ci riterremo sollevati dai nostri impegni".

Barhoum ha ricordato che le autorità di occupazione si sono impegnate di fronte all’Egitto di accogliere la tregua e le sue condizioni, compresa l’apertura dei valichi, ma ora Israele, con l’escamotage della Corte israeliana, intende violare una delle parti salienti dell’accordo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.