Truppe israeliane invadono Seida e uccidono un bambino e un militante del Jihad islamico.

Ieri sera, le forze di occupazione israeliane hanno attaccato la città di Seida, a nord di Tulkarem: sono rimasti uccisi un bambino palestinese, Mahmoud Ibrahim Qarnawi, 11 anni, e un militante del Jihad islamico, Tariq Ziad Milhim, 22.

Il fratello del ragazzino è stato ferito e poi arrestato.

Testimoni oculari hanno raccontato che, ieri sera, truppe israeliane hanno invaso la città sparando all’impazzato e hanno posto l’assedio all’abitazione di un militante del Jihad islamico, Siddiq Oada. Durante l’attacco, è stato colpito e ucciso il piccolo Mahmoud ferito il fratello, attivista del Jihad islamico.

Ne sono nati scontri tra gli abitanti della città e le forze di occupazione: i cittadini hanno lanciato sassi, mentre i militari hanno sparato bombe al suono e lacrimogeni.

(Foto in homepage di archivio)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.