Tsahal: ‘Non sarà il Rapporto Goldstone a fermare Israele da una nuova guerra’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Il Rapporto Goldstone pare non aver significato proprio nulla per il governo israeliano.

Nel rincarare la dose sulla notizia, in base alla quale palestinesi di Gaza ed Hezbollah in Libano disporrebbero di un arsenale militare devastante pronto da essere lanciato contro Israele, funzionari militari, tra cui anche il comandante del reparto settentrionale di Tsahal, l'esercito di Israele, hanno assicurato: “Qualora crescessero le tensioni al confine con la Striscia di Gaza o con il Libano, non sarà certo quel rapporto a farci desistere Israele dall'attaccare”.

Redatto in seguito alla guerra israeliana su Gaza (Operazione “Piombo Fuso” – 2008-2009), il Rapporto Goldstone dell'omonimo giudice sudafricano, imputava Israele di crimini di guerra e contro l'umanità.

Oltre 1.400 palestinesi furono assassinati e l'intero territorio della Striscia di Gaza fu devastato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.