Turchia: chiuso lo spazio aereo a Israele

Imemc. Il Primo ministro turco Recep Tayyip Erdoğan ha annunciato la chiusura dello spazio aereo turco all'aviazione israeliana, in reazione all'attacco alla Freedom Flotilla del mese scorso.

Già nel fine settimana i notiziari israeliani avevano riferito che le autorità turche hanno vietato l'accesso a un aereo israeliano, a bordo del quale vi erano ufficiali diretti ad Auschwitz, in Polonia.

La rottura diplomatica tra Turchia e Israele continua così ad approfondirsi, mentre Israele rimane sordo alle richieste della Turchia, che vorrebbe scuse ufficiali per l'uccisione degli attivisti di nazionalità turca (più uno turco di nazionalità statunitense) durante la strage sulla Mavi Marmara, la restituzione delle navi sequestrate, il risarcimento delle famiglie delle vittime e la collaborazione dello Stato israeliano ad una giusta indagine internazionale sugli eventi.

La Turchia ha anche ritirato il proprio ambasciatore da Israele e cessato ogni cooperazione militare.

I rapporti tra i due Stati erano già stati intaccati dalla catastrofica perdita di vite umane inflitta da Israele a Gaza nel 2008-2009, ma gli ultimi eventi li hanno compromessi gravemente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.