Ucciso colono israeliano a Nablus, altri feriti. I sospetti ricadono su polizia palestinese

Nablus – InfoPal. Domenica un colono israeliano è stato ucciso e altri quattro sono stati feriti in un attacco a Nablus, nel nord della Cisgiordania occupata.

L'atto è stato contestuale a una delle frequenti visite dei coloni israeliani presso la tomba di Giuseppe.

Sebbene dopo l'accaduto l'esercito d'occupazione israeliano ha dichiarato che le visite scortate (e patrocinate dal governo di Israele, ndr) vengono concesse una volta al mese, spesso i coloni si organizzano in gruppi indipendenti per raggiungere il sito rivendicato nella propria tradizione religiosa.

Sabato, una quindicina di coloni israeliani si sono spinti fino alla Tomba di Giuseppe e, terminati i rituali tamludici, hanno abbandonato il posto.

In quel momento, le automobili sulle quali viaggiavano sono state raggiunte da colpi di arma da fuoco.
Un colono è stato gravemente ferito ed è spirato da lì a poco. La vittima è Ben-Joseph Livnat, nipote del ministro della Cultura israeliano Limor Livnat. Tutti sono stati soccorsi su elicotteri dell'esercito d'occupazione israeliano. Due restano in gravi condizioni.

La visita di sabato scorso non aveva ricevuto alcun coordinamento con il dipartimento congiunto israelo-palestinese creato nell'ambito degli accordi di Oslo.
E mentre Israele chiede all'Autorità palestinese (Anp) di avviare le ricerche per trovare i responsabili, anche il governatore di Nablus ha iniziato le indagini, i cui primi esiti fanno ricadere il sospetto sui poliziotti palestinesi che pattugliano l'area.

Il governatore Jibriyn al-Bakri ha dichiarato che “proprio a causa del mancato coordinamento, la polizia palestinese di stanza nell'area del sito avrebbe potuto aprire il fuoco”.

Secondo quanto ha riportato il quotidiano israeliano “Ynet”, domenica le parti si sono incontrate per discutere dell'episodio, mentre l'Anp avrebbe già dato disposizioni alle proprie forze di sicurezza di “non aprire il fuoco contro israeliani, nemmeno per autodifesa“.

(Nella foto: coloni israeliani radunati presso la Tomba di Giuseppe, Nablus).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.