Un altro detenuto palestinese muore nelle prigioni israeliane.

Ieri, nella prigione israeliana di Ramla, è morto un prigioniero palestinese, ‘Umar Masalmah, 24 anni, di Hebron, ucciso dalle percosse delle guardie carcerarie.

L’organizzazione "Asrana" (I nostri prigionieri) a Gerusalemme ha accusato le autorità israeliane di questo nuovo omicidio perpetrato nelle prigioni-lager israeliane.

Masalmah era stato rinchiuso in carcere perché era entrato in Israele senza permesso.

Due giorni fa era stato visitato dai familiari e godeva di buona salute. Poi, sabato, è stato massacrato di botte dai suoi aguzzini, ed è morto a causa delle ferite riportate.

L’associazone Asrana ha rivolto un appello alla Croce Rossa internazionale e alle organizzazioni umanitarie affinché perseguano i colpevoli e chiudano il carcere Ramla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.