Un appello per facilitare la vita dei profughi palestinesi privi di documenti d’identità.

Sidone (Libano).
Le istituzioni e le associazioni palestinesi nella regione di Sidone e del sud del Libano hanno rivolto un appello agli organi competenti palestinesi e libanesi per dotare di documenti d'identità i cosiddetti “sans papiers“, ovvero i profughi palestinesi arrivati in Libano dopo l'occupazione israeliana della Cisgiordania e della Striscia di Gaza e di altri territori arabi nel 1967.

Le associazioni e le istituzioni civili palestinesi si sono riunite presso la sede dell'associazione “Il Rifugiato”, nel campo profughi di ‘Ayn al-Hilwah, per discutere gli ultimi sviluppi della questione dei ‘sans papiers’ tra i profughi palestinesi in Libano e le conseguenti difficoltà che essi affrontano nella vita economica, sociale ed educativa.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni civili hanno discusso i modi per intensificare le azioni comuni ed il coordinamento tra le Ong palestinesi e libanesi “a beneficio delle società palestinese e libanese”.
I partecipanti hanno inoltre ringraziato tutte le associazioni e le istituzioni civili non governative libanesi, palestinesi, arabe e internazionali “per ogni sforzo compiuto a sostegno della causa dei ‘sans papiers’“.
I rappresentanti delle associazioni e delle istituzioni civili palestinesi hanno infine espresso la speranza che questo problema venga risolto radicalmente e che “l'umanità e la dignità di questi rifugiati palestinesi possa essere salvaguardata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.