Un dirigente di Fatah: quanto è successo in Kosovo incoraggia l'Anp ad annunciare uno Stato palestinese.

Nablus – Infopal

Jamal Muhsen, presidente della provincia di Nablus e membro del Consiglio rivoluzionario di Fatah, ha dichiarato alla stampa: "Da parte israeliana non c’è serietà nelle trattative con i palestinesi. Immagino che quanto è accaduto in Kosovo incoraggi la dirigenza palestinese a dichiarare unilateralmente la nascita di uno Stato palestinese sui territori occupati nel 1967. Se alla fine di quest’anno non si raggiunge un accordo con la parte israeliana per la creazione dello Stato in base alla legalità internazionale, io sostengo che l’Anp debba farlo unilateralmente".

Il presidente della provincia di Nablus ha chiesto alla comunità internazionale di premere sul governo israeliano per costringerlo a ritirarsi dai territori palestinesi e passare a una nuova fase: "Non è giusto lasciare le decisioni in mano all’occupazione israeliana, che amplia le colonie, ebraicizza la città occupata di Gerusalemme, uccide, distrugge la Striscia di Gaza, affama il nostro popolo".

Muhsen ha confermato che l’escalation israeliana "richiede che i palestinesi ritornino immediatamente all’unità nazionale per poter affrontare le aggressioni contro Gaza, i bombardamenti e le invasioni, e un fatto ancora ancora più pericoloso, l’ebraicizzazione della città di Gerusalemme".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.