'Un fallimento dei negoziati diretti potrebbe condurre l'Anp ad un crollo nei T.O.': l'indagine di International Crisis Group

An-nasira (Nazareth) – InfoPal. Questa volta, al centro dell'indagine è l'Autorità nazionale palestinese (Anp) nell'ambito dei negoziati diretti con Israele.

International Crisis Group sostiene che “qualora i colloqui promossi dagli Stati Uniti non dovessero registrare alcun successo e si dovessero chiudere con un fallimento, l'Anp e i suoi servizi di sicurezza potrebbero non essere in grado si esercitare la propria autorità nei Territori palestinesi occupati”.

Autorità e giurisdizione dell'Anp insomma crollerebbero.

Tra le cause, alle possibilità di uno smacco nei colloqui, si aggiungono ragioni interne: ad esempio la mancata riforma del sistema di previdenza sociale richiesto dai palestinesi.

Stando al parere di vari esperti internazionali in materia di sicurezza, Israele dovrebbe accostare l'Anp nel pattugliamento dei T.O. e potenziare il numero delle stazioni di controllo congiunte.

D'altra parte, il coordinamento sulla sicurezza è esattamente il punto forte con cui il ministro della Difesa d'Israele, Ehud Barak siederà ai vari tavoli negoziali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.