Un leader di Fatah denuncia il presidente ‘Abbas

Ramallah – Infopal. ‘Awni al-Mashni, leader di Fatah, ha denunciato il presidente Mahmud ‘Abbas nella sua veste di capo del movimento, insieme al Comitato centrale. Il motivo della denuncia sarebbero i danni arrecati al movimento stesso dalle decisioni contraddittorie prese riguardo alla convocazione della VI conferenza, che avrebbero avuto un impatto negativo sui membri e sulla struttura di Fatah.

Le dichiarazioni di al-Mashni, ex detenuto nelle prigioni dell’occupazione per 15 anni e membro del comitato preparatorio allargato della conferenza, ha spiegato nel corso di una trasmissione radio che questo suo gesto è scaturito dalla libertà di opinione e dall’orientamento democratico proprio dello spirito di Fatah, aggiungendo che è necessario alzare la voce di fronte agli abusi.

Al-Mashni considera “incostituzionali” le dichiarazioni di Abu Mazen per quel che riguarda la convocazione della conferenza, e accusa inoltre il Comitato centrale della responsabilità delle dichiarazioni stesse. Il leader ha rivelato che presenterà al tribunale le prove che esse sono avvenute realmente, citando delle registrazioni audio del presidente, diffuse dalla Voce della Palestina, e alcune pubblicazioni del Comitato. Alla denuncia sarebbero allegati i nomi dei testimoni e la richiesta di convocazione di tutti gli accusati, dal Presidente ‘Abbas ai membri coinvolti.

Al-Mashni si è dichiarato deciso a non fermarsi finché le cose non torneranno a prendere un corso normale e corretto: la sua denuncia, a suo dire, serve ad opporsi a quella che lui definisce “l'indifferenza verso i sentimenti dei membri del movimento”, che meriterebbero un trattamento migliore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.