Un piano israeliano per costruire 321 unità abitative e una scuola religiosa a Sheykh Jarrah

Al-Quds occupata (Gerusalmme). Un'organizzazione palestinese rivela che esistono tre nuovi piani israeliani attraverso i quali la Municipalità sionista di Gerusalemme intende costruire 321 unità abitative per coloni ed una scuola religiosa nel quartiere di Sheykh Jarrah, nel nord della città.

Si tratta dell'”Ente islamo-cristiano di soccorso ad al-Quds e ai suoli luoghi santi”, che in un comunicato del 26 aprile riporta l'esistenza di nuovi piani che interessano 18 dunum di terre del quartiere summenzionato.

L'Ente afferma che “dietro due dei tre progetti vi sono il miliardario ebreo Moskovitz ed i suoi figli. Il loro scopo è far emigrare gli abitanti autoctoni completando così la presa di possesso delle case e dei terreni restanti”.

L'Ente stesso ricorda che le autorità israeliane, in base ai suddetti piani, hanno intenzione di cambiare nome al quartiere in “quartiere dell'Amico Simone”, sempre nell'ottica della “giudaizzazione dell'intera al-Quds (Gerusalemme)”.

Al momento della sua esecuzione, il progetto “fungerà da vera e propria cintura coloniale per circondare la città ed impedire che la presenza araba possa estendersi in questa direzione; inoltre esso fungerà da assedio, posto da nord, alla città vecchia, sempre allo scopo di giudaizzare la città”.

L'Ente chiede pertanto ai leader palestinesi, alla Lega Araba e all'Organizzazione della Conferenza Islamica di mobilitarsi in fretta per “impedire che questo progetto, sostenuto dalle autorità israeliane stesse, possa essere realizzato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.