Un ragazzo palestinese è stato ucciso da soldati israeliani a Ramallah. 9 palestinesi massacrati in 24 ore.

Oggi pomeriggio, un minorenne palestinese, Karim Zahran, è stato ucciso dalle forze di occupazione israeliane nel villaggio di Deir Abu Mash’al Aboud, a sud di Ramallah.
Fonti locali hanno reso noto che sono scoppiati scontri tra le forze di invasione israeliane che hanno invaso il villaggio: un ragazzino di 14 anni, Karim Zahran, è rimasto ucciso, colpito alla testa e al petto dai militari.

Le stesse fonti hanno rivelato che le truppe israeliane hanno trattenuto il minore mentre era gravemente ferito e ne hanno permesso il trasporto in ospedale sono dopo che era già spirato.

Il ragazzo è il nono palestinese ucciso nella West Bank da ieri mattina: le truppe israeliane, infatti, hanno colpito a morte 8 cittadini nelle città di Nablus e Jenin, compresa una studentessa di 17 anni, Bushra Bargheesh, residente nel campo profughi di Jenin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.