Un raid israeliano contro il nord di Gaza. L'esercito promette altri attacchi.

Gaza – Infopal

L’esercito di occupazione israeliano ha reso noto che, all’alba di oggi, l’aviazione israeliana ha effettuato un raid contro il nord della Striscia di Gaza. Viene posta, così, fine ad una "tregua" che dura dall’8 marzo, dopo una settimana di efferati massacri che hanno ucciso oltre 131 palestinesi e ne hanno feriti 350.

L’esercito ha dichiarato che l’attacco è avvenuto a seguito del lancio di circa 12 missili dalla Striscia di Gaza contro il sud di Israele, aggiungendo, tuttavia, che questi missili non hanno causato danni.

Il portavoce dell’esercito israeliano ha fatto sapere che “il raid aereo ha preso di mira un lanciarazzi pronto per l’uso a Beit Hanoun, nel nord della Striscia di Gaza", e ha aggiunto che verranno eseguiti altri attacchi nel caso proseguisse il lancio di missili.

La violenza israeliana è ripresa da ieri, con i massacri commessi dalle forze speciali israeliane a Betlemme e Tulkarem, in Cisgiordania: 5 attivisti palestinesi sono stati uccisi a sangue freddo da squadroni israeliani. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.