Un soldato israeliano è stato ferito durante scontri armati con la resistenza palestinese.

Nablus – Infopal

Dopo la mezzanotte, le forze di occupazione israeliane hanno invaso Nablus e il campo profughi di Balata.

All’alba di oggi, fonti israeliane hanno comunicato il ferimento di un soldato israeliano durante scontri armati violenti scoppiati con la resistenza palestinese. Le Brigate palestinesi hanno contrastato l’invasione israeliana del campo profughi di Ain Bait al-Maa, a ovest di Nablus, nel nord della Cisgiordania.

Anche la radio israeliana ha confermato la notizia affermando che il soldato è stato ferito dai “terroristi” durante “un’attività di sicurezza a Nablus”.

Testimoni oculari hanno riferito che violenti scontri sono scoppiati vicino al cimitero del campo profughi, e che spari violenti si sono susseguiti per un’ora. Le Brigate al-Qassam e Abu Ali Mustafa hanno rivendicato la responsabilità degli attacchi contro le forze israeliane.

Le forze di occupazione hanno invaso una palazzo in via Haifa, a ovest della città, hanno arrestato Suhail al-Qoqa, 21 anni, e Alaa al-Isawi, 22 anni, dopo averne invaso e perquisito la casa nel campo profughi di Balata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.