Una campagna di arresti e perquisizioni in diverse parti della Cisgiordania.

Le forze di occupazione israeliane hanno effettuato una campagna di arresti e perquisizioni in diverse parti della Cisgiordania.

Le forze di occupazione hanno arrestato il cittadino Ahmad Abdallah Abderrahman Shihab (32 anni) all’ingresso della città di Hebron, mentre si dirigeva verso il villaggio di Anabta, a est di Tulkarem, dove lavora come agronomo.
Le forze di occupazione hanno invaso il villaggio di Rabud, a sud di Al-Khalil (Hebron) aggredendo un cittadino del villaggio di Ithna, a ovest di Hebron.
Il villaggio di Rabud, vicino a Ath-Thahiryah, a sud della provincia di Hebron, ha subito una campagna di perquisizioni su larga scala da parte delle forze di occupazione. I militari non hanno risparmiato neanche i campi coltivati e le grotte. Hanno fatto irruzione in diverse abitazioni di cittadini: Hayel Abdelqader Qtenah, Riziq Sulaiman Mahmud Harbiyat e Ismail Abdelqader Qtenah.
Le forze di occupazione israeliane hanno picchiato il cittadino Aziz Sawaifah durante le perquisizioni nella villaggio di Suba, a est del villaggio di Ithan.
Le forze di occupazione hanno arrestato 4 cittadini nei villaggi di Beit Kahel e Ath-Thahiryah ,nella provincia di Hebron: Musa Hassan Qesiyah, Ibrahim Msa Qesiyah e Wael Ibrahim Qesiyah. Il quarto è stato arrestato nel villaggio di Beit Kahel: Muin Mohammad Badawi Al-zuhur (25 anni).

Nel frattempo, fonti di sicurezza nella provincia di Nablus hanno confermato che le forze di occupazione israeliane hanno invaso diverse abitazioni nella città trasformandole in postazioni militari.

Dalle prime ore del mattino, le forze di occupazione hanno installato postazioni militari nelle abitazioni più alte, che controllano la città, in particolare nel quartiere di Ad-Dahitah, a sud-est.

Le forze di occupazione hanno invaso anche diverse zone della campagna di Betlemme, carri miliari israeliani hanno invaso Obaidiyah, Dar Salah, Ash-Shawawrah e Taqqù, e hanno girato per le strade e i quartieri dei villaggi lanciando bombe di illuminazione.
I soldati di occupazione hanno circondato la casa del padre del sindaco di Obaidiyah, Ysin Radaidah e hanno invaso diverse abitazione di Taqqù di cui le abitazioni.

Le forze di occupazione hanno arrestato 7 cittadini di Beit Eba e di Qublan, vicino a Nablus.
A Beit Eba hanno perquisito le abitazioni e hanno arrestato Khaled Ramadan Ismail (36 anni), Mohammad Khairi Samaneh (25 anni), Mohammad Kheir Samaneh (21 anni), Qasem Ahmad Qasem Qabbalah (18 anni), Mohammad Nazek Eshtewi (21 anni) e Rami Abdelminem Samaneh (19 anni).
Le forze di occupazione hanno lasciato ingenti danni durante le operazione di aggressione guidate da ufficiali dei servizi segreti.

Nel villaggio di Qublan hanno arrestato il sindaco, Fawaz Husein.
Con questo arresto, sale a 6 il numero dei sindaci sequestrati dalle forze di occupazione nella provincia di Nablus negli ultimi sei giorni.

Le forze di occupazione hanno invaso la città e il campo profughi di Jenin e il villaggio di Kafr Rai, e hanno arrestato un cittadino.
Più di 20 carri hanno invaso la città e il suo campo alle 2,30 di notte; le operazioni si sono concentrate nelle zone del quartiere est e di Jabal Abu Dhahir.
Le fonti hanno confermato che i soldati di occupazione hanno arrestato Ahmad Abu Ghali (22 anni).
Nel villaggio di Kafr Rai, dopo mezzanotte i soldati hanno invaso diverse abitazioni perquisendole e danneggiandone il contenuto.  

Un vasto spiegamento dell’esercito di occupazione israeliana oggi ha invaso la città di Nablus e il campo profughi di Balata, perquisendo le abitazioni dei cittadini.
Le forze hanno invaso la città sparando all’impazzata e scontrandosi con i cittadini. Gli spari hanno svegliato la maggior parte degli abitanti, che stavano dormendo, seminando il terrore tra la gente, in particolare tra i bambini. Non risultano vittime.

Le forze di occupazione, la notte scorsa, hanno arrestato 3 cittadini dalla provincia di Qalqiliah: Mahmud Said Radwan (22 anni), handicappato, responsabile delle pubbliche relazione nell’Unione dei portatori di handicap di Qalqiliyah, e Mutasem Musa Radwan (20 anni). Entrambi sono del villaggio di Azun.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.