Una Commissione della Knesset raccomanda di armare bene i coloni della Cisgiordania

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Fonti giornalistiche israeliane riportano che la Commissione Interni della Knesset ha raccomandato ai ministri dell'Interno e della Sicurezza di modificare le regole relative agli armamenti dei coloni in Cisgiordania in modo da facilitarne la fornitura di armi.

Durante una discussione politica relativa alle confische di armi, il ministro della Sicurezza ha chiesto spiegazioni sul ritiro dell'arma personale del colono Itzak Imas, ucciso circa due settimane fa nei pressi di al-Khalil nel corso di un'operazione della Resistenza palestinese.

Tutto ciò giunge dopo un invito del ministro dell'Interno israeliano Eli Yashai ad intensificare il “riarmo” dei coloni in Cisgiordania, eliminando alcune restrizioni riguardanti la “difesa personale”.

Yashai, che è anche vice primo ministro, ha incaricato il direttore del Dipartimento edilizia residenziale del suo ministero, Amnon Ben Ami, del compito di facilitare l'emissione del porto d'armi per i coloni ebrei residenti e che lavorano in Cisgiordania. Si tratterebbe così di concedere “licenze ufficiali” da parte degli impiegati della sezione che rilascia il porto d'armi, anziché licenze vidimate dalla Polizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.