Unifil: ‘Controlleremo il confine con Israele solo se richiesto dall’esercito libanese’

An-Nasira (Nazareth) – InfoPal. Le forze di interposizione delle Nazioni Unite, “Unifil”, hanno respinto la richiesta israeliana di esercitare forme di controllo sul confine con il Libano.

In queste settimane, le autorità israeliane manifestano grande apprensione per gli appelli dilaganti sul web per il prossimo 5 giugno, data in cui ricorre il 44° anniversario della Naksa (Sconfitta o Ricaduta), l'occupazione israeliana di Cisgiordania e Striscia di Gaza del 1967.

Sul fronte interno sono già frequenti le esercitazioni di militari e polizia in Israele (Territori palestinesi occupati nel '48, ndr), mentre l'esercito è intenzionato ad estendere i radar “Iron Dome” anche sul confine con il Libano.

Andrea Tinetti, portavoce Unifil, ha comunicato all'agenzia di stampa israeliana “Imra” che la forza Onu non formerà squadre di controllo sul confine, così come vorrebbe Israele, e che lo farà solo qualora la richiesta dovesse provenire dall'esercito libanese, al quale – in base al mandato della missione – si rivolge il supporto di Unifil.

 

“Finora, non abbiamo ricevuto nessuna richiesta da parte libanese”, ha spiegato Tinetti.

Lo scorso 15 maggio, anniversario della Catastrofe palestinese del 1948 (Nakba), numerosi sfilarono sui confini libanese e siriano in direzione della Palestina occupata. A decine furono uccisi dalle forze d'occupazione israeliane mentre partecipavano a pacifiche manifestazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.