Usa: tolto l'embargo degli aiuti all'Anp.

La segretario di Stato Usa, Condoleezza Rice, ha annunciato oggi che è stato rimosso l’embargo contro l’Anp, sollevato dopo la vittoria del movimento islamico di Hamas alle prime elezioni democratiche palestinesi, a gennaio del 2006. Hamas aveva ottenuto i voti anche di molti cristiani. Anche il governo israliano ha annunciato la disponibilità a restituire i dazi palestinesi trattenuti da un anno e mezzo.

Le elezioni, monitorate da osservatori internazionali, erano state trasperenti e corrette. La scelta democratica del popolo palestinese, incoraggiata dalla comunità internazionale, è stata duramente punita con un embargo – in particolare contro la Striscia di Gaza – che l’ha ridotta alla miseria.

Da subito, la diplomazia e gli stati internazionali, si erano coalizzati contro il nuovo governo guidato da Hamas. Altrettanto rapidamente, la cosiddetta "ala golpista" di Fatah aveva iniziato il suo lavoro di destabilizzazione: campi di addestramento "made in Cia", arrivo di ingenti quantità di armi dall’America con la collaborazione di Israele, estese attività intelligence internazionali, demonizzazione e disinformazione mediatica occidentale, squadroni della morte, ecc., hanno portato alla realizzazione di un colpo di stato (paradossalmente, anche senza Stato) e alla ripresa del potere, nella West Bank, da parte di Fatah.

Niente di nuovo in Medio Oriente, grazie al colonialismo occidentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.