Vanunu condannato ad altri tre mesi di reclusione

Imemc. Mordechai Vanunu, informatore nucleare che ha scontato 18 anni di prigione in Israele per aver svelato informazioni segrete sulla produzione nucleare israeliana all'interno della base di Dimona, è stato arrestato nuovamente domenica 23 maggio.

Temendo di essere attaccato dai suoi connazionali israeliani, Vanunu aveva richiesto di continuare a scontare la propria pena in forma di “servizio sociale” in una zona palestinese.

Dopo aver rifiutato la richiesta di Vanunu e mettendo a disposizione solo zone ebraiche, la Corte lo ha condannato a tre mesi di reclusione per questa sua audace richiesta.

Vanunu si trovava agli arresti domiciliari da sei anni e, per aver risposto ai giornalisti, era stata decisa una pena ai servizi sociali.

Israele ha fatto molto per occultare la notorietà di Vanunu all'Occidente, mentre il governo israeliano rifiuta ancora di firmare il Trattato di non Proliferazione o di accogliere ispezioni internazionali nella sua base nucleare di Dimona.

Domenica Vanunu è stato riportato in prigione, dunque, e mentre si trovava ancora fuori dal tribunale ha riferito ai giornalisti che nei prossimi tre mesi lo Shin Bet (polizia segreta israeliana) eserciterà contro di lui torture psicologiche, così come hanno fatto nei 18 anni di detenzione che ha già scontato.

“Ho resistito 18 anni, come non potrei resistere altri sei mesi? State provando a zittirmi? Non potete privarmi della mia libertà di espressione. La libertà è libertà, e in questi tre mesi non estrarrete da me più di quanto non siete riusciti a cavare nei 18 anni di prigione che ho scontato”.

Vanunu afferma di aver detto la verità e di aver pagato con la prigione e la tortura.

“Vergognati Israele. Vergogna democrazia, Knesset, sinagoghe e mass media del mondo. 

Vergogna a tutti gli arabi complici. 

Al senato, al congresso e al presidente dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica: vergognatevi per non aver mosso un dito in mia difesa. 

A tutte le religioni del mondo, alle spie idiote, ebrei, cristiani e musulmani: vergogna.

Tutti sanno che Israele detiene armi nucleari… ma nessuno ne parla… il mondo non vuole queste armi nucleari, in Israele come in Medio Oriente e in nessun altro Paese al mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.