Vasta operazione di perquisizioni ai danni di detenuti palestinesi

Infopal – Ramallah. Nel carcere di Hadarim, le autorità carcerarie israeliane hanno lanciato la più vasta campagna di perquisizioni degli ultimi anni ai danni dei detenuti palestinesi.

Il Centro studi sui detenuti nei territori palestinesi afferma che sono state perquisite nove celle del carcere di Haredim.

Ra'fat Hamduna, il direttore del Centro, ha affermato (oggi giovedì 4 marzo) che decine di membri delle forze speciali, esterni al carcere, sono entrati in nove celle della terza sezione per effettuare perquisizioni accurate e senza preavviso, dalle otto di sera alle tre della notte: “Quest'operazione è la più accurata di quelle sin qui svolte, poiché sono stati rinvenuti in possesso dei prigionieri undici cellulari. Il tutto avviene mentre si continuano a vietare le visite dei familiari e i diritti dei prigionieri vengono calpestati”.

Il comunicato emesso dal Centro dichiara che l'Amministrazione penitenziaria “ha stabilito una settimana d'isolamento per i 'colpevoli', più un'ammenda di 400 shekel per ciascun prigioniero, mentre è di quest'oggi la notizia che sedici prigionieri di Fath, di Hamas, del Jihad e di altri movimenti sono stati puniti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.