Villaggio di Tana, case a rischio di demolizione

Nablus – InfoPal. Fonti palestinesi hanno lanciato un appello per il villaggio di Tana (Nablus) dove, con tutta probabilità, nella giornata di domani ci sarà un nuovo intervento di demolizione edilizia da parte delle autorità d'occupazione israeliana. 

I residenti palestinesi temono violenze e confische dopo che, questa mattina, hanno ricevuto numerose notifiche di demolizione, programmate dalle forze d'occupazione per domani, 21 dicembre. 

I militari hanno minacciato di confiscare qualunque bene incontreranno (compreso il bestiame) se, al loro arrivo a Tana, non troveranno l'area predisposta ai lavori di demolizione.

Le famiglie direttamente minacciate sono 35.

Il responsabile per il monitoraggio sulle azioni di colonizzazione nel nord della Cisgiordania occupata, Ghassan Douglas, ha lanciato immediatamente un appello alla comunità internazionale per sventare il pericolo e a dimostrazione dell'impegno di pace assunto della comunità internazionale.

Tana si estende su un'area di 2 mila ettari e nell'area sono ubicate alcune colonie israeliane: una risale al lontano 1969 e a beneficio di questa, Israele ha predisposto a più riprese confische di territorio di Tana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.