Vincitore delle elezioni francesi, Mélenchon promette di riconoscere lo Stato di Palestina

Parigi – Brasil247. Il leader della sinistra francese, Jean-Luc Mélenchon, che ha vinto le elezioni legislative di domenica scorsa, ha dichiarato che il nuovo governo francese chiederà il riconoscimento immediato dello Stato di Palestina. La dichiarazione è stata celebrata dalla Federazione araba palestinese del Brasile (FEPAL) sui suoi social network, sottolineando l’urgenza della questione.

Mélenchon, figura influente della politica francese e leader del partito La France Insoumise, ha sottolineato l’importanza di una posizione ferma e rapida del governo francese nei confronti della Palestina. Secondo lui, il riconoscimento ufficiale dello Stato palestinese è un passo fondamentale per promuovere la pace e la giustizia nella regione.

Oltre al suo impegno per la questione palestinese, Jean-Luc Mélenchon ha festeggiato i risultati delle elezioni legislative del 2024 attraverso un post su X. Ha sottolineato il chiaro rifiuto del popolo francese nei confronti dell’estrema destra e del partito Rassemblement National (RN), che non ha ottenuto la maggioranza assoluta che molti avevano previsto.

Nel suo post, Mélenchon ha dichiarato: “Abbiamo raggiunto un risultato che ci era stato detto essere impossibile. Il nostro popolo ha chiaramente rifiutato la soluzione peggiore per lui. La RN è ben lontana dalla maggioranza assoluta che alcuni avevano previsto. È un enorme sollievo per la Nuova Francia”.

Inoltre, Jean-Luc Mélenchon ha parlato poco dopo le 20 al ristorante La Rotonde Stalingrad di Parigi, dove il suo movimento ha organizzato la serata elettorale. Ha celebrato la mobilitazione elettorale che ha portato a una vittoria significativa per la sinistra. “Il nostro popolo ha chiaramente messo da parte la soluzione peggiore per lui. Stasera il RN è lontano dall’avere una maggioranza assoluta”, ha affermato Mélenchon, descrivendo il risultato come un “immenso sollievo per milioni di persone che costituiscono la nuova Francia”.

Mélenchon ha anche sottolineato che “la maggioranza ha fatto una scelta diversa per il Paese” e che “la volontà del popolo deve essere confermata”. Ha invitato il presidente Emmanuel Macron a nominare un nuovo primo ministro dall’alleanza dei partiti di sinistra, affermando che “il presidente ha il dovere di chiamare il Nuovo Fronte Popolare a governare, ed è pronto”. Secondo Mélenchon, il PNF “non applicherà altro che il suo programma, tutto il suo programma”.