Volontario internazionale aggredito da coloni israeliani.

Riceviamo e pubblichiamo.
Care tutti e tutti,

vi invio un comunicato che mi è stato mandato da Operazione Colomba.

Purtroppo i coloni israeliani sono sempre più aggressivi. 

Un abbraccio,

Luisa Morgantini

COMUNICATO STAMPA

28 luglio 2008

Volontario internazionale aggredito da coloni israeliani mentre accompagna bambini palestinesi

Domenica 27 luglio 2008 alle ore 13:50 circa

Un

Da giorni l’esercito israeliano si rifiuta di accompagnare i bambini nonostante la Commissione per i Diritti dei Bambini del Parlamento Israeliano abbia deliberato l’obbligo di scorta da parte dell’Esercito Israeliano perché

coloni nazional religiosi dell’avamposto-insediamento israeliano di Havat Maon – Hill 833 hanno attaccato (lanciando pietre) ed inseguito 14 bambini palestinesi che tornavano a casa nei villaggi di Tuba e Magher el Abeed dopo aver partecipato al campo estivo di animazione per bambini nel vicino villaggio di At-Tuwani.volontario internazionale (americano) dell’Associazione statunitense CPT (Christian Pacemaker Team), che accompagnava i bambini, è stato colpito con un sasso ad una gamba ed assalito da due coloni che lo hanno picchiato colpendolo ripetutamente alla testa con la telecamera che il ragazzo aveva con sé.i bambini sono già stati attaccati più volte dagli stessi coloni.

Volontari italiani di Operazione Colomba

I volontari di Operazione Colomba e CPT sono già stati aggrediti in passato dai coloni durante l’accompagnamento dei bambini a scuola.

L’avamposto – insediamento di Havat Maon, illegale secondo la stessa legge israeliana, ha un ordine di evacuazione non applicato dalle autorità israeliane;

Per ulteriori informazioni: Operazione Colomba Tel.00972-547-382452

Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII

Il responsabile Generale

Giovanni Paolo Ramonda

, Corpo Nonviolento di Pace dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, presente nell’area a sud di Hebron dal 2005, accompagneranno i bambini nei prossimi giorni nel caso in cui, come successo ieri, l’esercito non si dovesse presentare per la scorta.la polizia e l’esercito israeliano sono latitanti nell’applicazione delle leggi israeliane nell’area e non perseguono i coloni che attaccano i palestinesi e gli internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.