Waters, fondatore dei Pink Floyd, protesta davanti al Muro dell'Apartheid.

Da www.maannews.net

La leggenda del rock britannico e fondatore dei Pink Floyd, Roger Waters, ieri ha visitato la città di Betlemme.

Nel 1990, i Pink Floyd celebrarono la caduta del Muro di Berlino. Ieri Waters ha visitato Betlemme e il Muro dell’Apartheid, su cui ha scritto una strofa tratta da una delle più famose canzone del gruppo: "We don’t need no thought control".

Oggi avrebbe dovuto tenere un concerto in Tel Aviv, ma un gruppo di coloni e di persone che si oppongono alla costruzione del Muro glielo hanno impedito.

Il concerto si è svolto nel villaggio di Neve Shalom/ Wahat As Salam ("L’oasi della Pace"), a sud-ovest di Gerusalemme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.