Yediot Aharonot: gruppi di estremisti ebrei progettano di costruire uno stato ebraico in Cisgiordania.

 

Ramallah – Infopal

 

Il giornale di lingua ebraica “Yediot Ahronot” ha rivelato un progetto dell’estrema destra ebraica che punterebbe a costruire uno stato ebraico nella Cisgiordania occupata, completo di bandiera e inno nazionale, nel caso di un eventuale ritiro dell’occupazione dalla zona. Si tratta del progetto di un’organizzazione di estremisti ebrei, l’Associazione Internazionale per la Salvezza del Popolo Ebraico, che avrebbe persino indetto una competizione per scegliere la bandiera e l’inno della nuova nazione.

Secondo il giornale, “quest’annuncio giunge nell’ambito di una campagna che questa organizzazione ha diffuso nelle sinagoghe con lo slogan ‘la terra d’Israele è nostra’ e con la promessa ai partecipanti di premi che ammonterebbero a migliaia di Shekel”.

Il rabbino Def Filvi, uno dei capi dell’organizzazione, ha confermato la necessità di questo passo alla luce delle trattative tra il governo israeliano e l’ANP, che mirano a costruire uno stato palestinese in Cisgiordania e Gaza, e dell’invito di Barak a varare una legge per far evacuare le colonie, in cambio di un risarcimento dei loro abitanti.

 

Iniziativa per l’esercito

In parallelo, le organizzazioni di destra propagandano un altro progetto, rivolto all’esercito israeliano e sotto la guida di alcuni rabbini dell’estrema destra, capeggiati dal presidente del consiglio dei rabbini Yushaa (Cisgiordania).

Secondo il giornale Yediot, il progetto “invita i soldati a firmare un documento nel quale promettono di non partecipare alle operazioni di evacuazione delle colonie e dei nuclei delle colonie in costruzione”. I promotori dell’iniziativa avrebbero giustificato quest’ultima affermando che dei giovani soldati potrebbero disertare per paura di dover evacuare dei propri connazionali.

Così recita il testo del documento: “Sono pronto ad adempiere ai miei doveri e a rispettare gli ordini militari per difendere lo Stato secondo i principi dell’esercito, e, dall’altra parte, rifiuterò con forza di mettere in atto l’ordine di evacuare qualsiasi cittadino ebreo dalle colonie per qualsiasi motivo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.