Yousef Rizka: ‘Le minacce di morte a Siyam chiariscono che c’è Israele dietro le aggressioni estremiste in Palestina’.

Il ministro dell’Informazione palestinese, Yousef Rizka, ha messo in guardia contro ogni possibile attentato israeliano alla vita del ministro degli Interni, Sa’id Siyam, o impedimento al suo ritorno a casa.

L’ex ministro della Difesa israeliano e attuale ministro dei Trasporti, Shaul Mofaz, ha incoraggiato il governo a uccidere Siyam o a impedirgli di ritornare in patria. Siyam si trova da qualche giorno in viaggio nei paesi arabo-islamici.
"Quella di Mofaz è una chiara istigazione a uccidere – ha sottolineato Rizka – e noi consideriamo tale minaccia come un flagrante intervento israeliano nelle faccende interne palestinesi, e una prova che la comunità israeliana ha iniziato a lavorare dietro gli estremisti per compensare attraverso l’attacco ai leader palestinesi l’umiliante sconfitta nel sud del Libano".

E ha aggiunto di non tenere in considerazione le accuse di Israele secondo cui Siyam sarebbe in Siria e Iran alla ricerca di appoggi per il governo Hamas.
"Il viaggio di Siyam è di routine e ha lo scopo di cercare finanziamenti per le casse vuote del popolo palestinese e per rompere l’ingiusto assedio economico americano".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.