Zona industriale distrutta da Israele. L’appello della Camera di Commercio di Gaza

Gaza – InfoPal. Mahmud al-Yazaji, presidente della Camera di Commercio della Striscia di Gaza, ha lanciato un appello alla comunità internazionale per arrestare le aggressioni israeliane contro l'economia palestinese.

La denuncia di al-Yazaji è giunta subito dopo l'invasione di ieri mattina, quanto carri armati e bulldozer israeliani hanno attraversato la zona industriale “Padico”, spianando e radendo al suolo tutto quanto hanno incontrato davanti a sé.
Diverse fabbriche, un deposto di metalli e una stanza adibita alla trasformazione della corrente elettrica sono state totalmente distrutte dai veicoli militari israeliani.

“L'accaduto non fa che peggiorare lo stallo economico conseguente alla chiusura dei valichi commerciali della Striscia di Gaza. L'area industriale è adiacente a quello di Karni (al-Mintar), il più grande passaggio di merci. Pertanto, alla gravità delle conseguenze riportate dall'invasione di ieri, si riporta all'attenzione delle parti competenti la questione dei valichi di frontiera. 'Padico', infatti, fu creata proprio per rendere possibile una gestione locale autonoma del traffico commerciale, per la creazione di magazzini e garage per le merci”.

A gennaio scorso, Israele aveva deciso la chiusura di Karni, a nord-est di Gaza, lasciando aperto solo quello di Kerem Abu Salem (Kerem Shalom), a sud della Striscia di Gaza, ritenuto inadeguato per accogliere il traffico di merci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.