13 attacchi di coloni contro palestinesi durante un periodo di due settimane

Cisgiordania occupata-MEMO. I coloni israeliani hanno effettuato 13 attacchi contro i palestinesi nella Cisgiordania occupata, durante un periodo di due settimane, dal 23 aprile al 6 maggio, secondo quanto riferito dall’Ufficio delle Nazioni Unite per gli Affari Umanitari (OCHA).

Secondo l’agenzia dell’ONU, gli attacchi “hanno provocato il ferimento di tre palestinesi” e “danni a proprietà palestinesi in tutta la Cisgiordania”.

In un attacco, “un gruppo di coloni israeliani, alcuni dei quali armati, hanno aggredito fisicamente e ferito tre uomini palestinesi che stavano sorvegliando un’area nel villaggio di Kafr Ni’ma, vicino a Ramallah”.

Nel frattempo, alcuni “coloni israeliani accompagnati dall’esercito israeliano, hanno vandalizzato proprietà palestinesi nella sorgente d’acqua di Ein Harrasheh e in un parco pubblico nell’Area B del villaggio di al Mazra’a al Qibliya vicino a Ramallah, in cinque diverse occasioni nel periodo di due settimane”.

L’OCHA ha aggiunto che “secondo le fonti della comunità locale, i coloni israeliani hanno lanciato pietre contro due case, inseguito palestinesi, e danneggiato tubature idrauliche e infrastrutture del parco”.

Nel villaggio di Urif, vicino a Nabuls, i coloni hanno lanciato pietre contro una scuola e le case circostanti, portando a scontri tra residenti locali, coloni e le forze israeliane che li accompagnavano”.

I coloni hanno anche distrutto 51 olivi, bucato le gomme di 12 veicoli palestinesi; hanno scritto frasi appartenenti ai cosiddetti gruppi di “Price Tag” su quattro case palestinesi e causato danni a negozi a Burqa (Ramallah), Isla (Qalqiliya), Huwwara (Nablus), al-Ganoub (Hebron) e nella zona H2 di Hebron.

L’OCHA ha sottolineato che “dall’inizio del 2019, la media bisettimanale degli attacchi coloniali che hanno provocato vittime o danni alla proprietà palestinesi ha registrato un aumento del 40% e del 133%, rispetto alla media bisettimanale del 2018 e 2017, rispettivamente”.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"