Apartheid israeliano: approvata la costruzione di strade per soli coloni in Cisgiordania

MEMO. Il Canale 7 di Israele ha riferito che il governo israeliano ha approvato l’assegnazione di 230 milioni di dollari per finanziare la costruzione di strade coloniali nella Cisgiordania occupata.

Secondo il canale, che è vicino ai coloni, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha informato il capo del Consiglio regionale di Shomron in Cisgiordania, Yossi Dagan, di tale decisione, che è stata accolta favorevolmente dai coloni.

Il canale ha riferito giovedì che Netanyahu ha emesso istruzioni per collegare l’insediamento di Havat Gilad, costruito sulla terra palestinese vicino a Nablus, alla rete elettrica nazionale, nonché per sviluppare la sua rete di infrastrutture.

La decisione arriva dopo che un colono israeliano è stato ucciso a colpi d’arma da fuoco vicino all’insediamento di Havat Gilad, martedì sera.

I coloni hanno recentemente intensificato le loro richieste al governo per la costruzione di una tangenziale per evitare di entrare nelle città e nei villaggi palestinesi, affermando che rappresentano un pericolo per loro.

Secondo Haaretz, diversi ministri israeliani hanno chiesto ulteriori costruzioni coloniali in risposta alla sparatoria.

Le organizzazioni locali e internazionali per i diritti umani hanno espresso la loro convinzione che i progetti di tangenziali coloniali sono una nuova espressione della sistematica politica israeliana di apartheid contro i palestinesi.

La decisione israeliana porterà alla confisca di altre terre palestinesi nella Cisgiordania occupata.

tag: ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"